Firma il libro degli ospiti

 
 
 
Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato
96 messaggi.
Arturo, Pavia pubblicato il 29 Novembre 2022 alle 11:21
Nadir, una petsona bellissima. Mi ha fatto molta compagnia nei giorni duri che ho vissuto in ospedale. Grazie.
Leonardo, Roma pubblicato il 2 Ottobre 2022 alle 18:33
NADIR mi ha commosso. Una storia notevole che vive in un luogo magico e inquietante. Complmenti per l'intreccio e per i perfetti riferimenti storici. Questp libro e' destinato ad avere fortuna!
Francesca pubblicato il 18 Giugno 2022 alle 22:14
Conclusa da poco la lettura di Colofonia ho apprezzato davvero la scrittura limpida, il susseguirsi dei personaggi che sembrano volersi presentare uno ad uno al lettore, la storia ben costruita, le emozioni e i rapporti umani indagati con sensibilità e ancora più la descrizione dei luoghi così accurata e precisa da far pensare che l'autore li abbia visitati personalmente... Bravo bravo bravo! E ora...Nadir!
Franco, Milano pubblicato il 23 Maggio 2022 alle 15:56
Il tratteggio dei personaggi e la descrizione dei luoghi vorrebbero da soli la lettura del libro. Invece, in COLOFONIA, c'è anche una straordinaria storia. Anzi no, c'è n'è sono molte. Ottima lettura, bravo!
Paola pubblicato il 5 Maggio 2022 alle 11:29
Ciao Stefano. Ti leggo con passione. In attesa di tuoi progetti futuri.
Giovanni pubblicato il 16 Febbraio 2022 alle 4:25
RITRATTI DELL'11 FEBBRAIO 2022 Caro Stefano, Avevamo accolto il tuo invito alla sessione fotografica di ieri senza troppi interrogativi, convinti solo dalla tua genuina passione. I tuoi scatti hanno dato ragione alla nostra fiducia e ci hanno reso in modo autentico.  Sono foto che non avremmo mai fatto in altro modo. Non presentandoci in uno studio professionale di rango e neppure con foto d'occasione scattate da pur bravi parenti o amici. I tuoi scatti mettono insieme la tua passione da hobbista di qualità con la nostra insolita voglia di stare al gioco. Indubbiamente, oltre alla tecnica fotografica, hai saputo guidarci con naturalezza e onestà, anche quella degli anni che ci portiamo addosso con orgoglio e senza rimpianti, noi del 1947.. Grazie ancora, Maestro! Giovanni con Mariapina
LOREDANA pubblicato il 2 Febbraio 2022 alle 10:06
E poi c’è lui… un uomo discreto, pacato, gentile ma dotato di straordinaria intelligenza che provi ad assorbire a ogni parola… perché lui non la urla al mondo come si fa oggigiorno… te la sussurra all’orecchio… la grandezza di un dono ricevuto da un uomo discreto, pacato e gentile…
Stefania pubblicato il 1 Febbraio 2022 alle 19:08
Hai una bella serie di pubblicazioni (le conosco tutte) e splendide immagini. Il sito mette ogni cosa in splendido risalto. Bravo
Claudio Mori pubblicato il 1 Febbraio 2022 alle 17:58
Ah, l'eternità!
DANIELA pubblicato il 10 Giugno 2021 alle 20:30
Buongiorno Stefano, Volevo farti i complimenti per il tuo libro.Lo sto leggendo con grande piacere, è molto scorrevole e soprattutto ha la capacità di farti immergere in un'unica realtà grazie alla storia e alle sensazioni di personaggi che si trovano coinvolti negli stessi eventi ma in modo apparentemente separato. Il libro non ti porta a giudicare i personaggi come buoni o cattivi ma rende i personaggi solo persone che vivendo la quotidianità provano a sopravvivere ai fatti che li coinvolgono. Non l'ho ancora terminato ma mi faceva piacere darti una prima opinione. Il libro mi richiama alla mente la poesia di "La guerra che verrà" di Brecht perché mi ricorda che per la gente comune, nelle guerre, non ci sono mai vincitori e vinti ma solo persone che vengono travolte da eventi e che in dinamiche di "banale" vita quotidiana fanno scelte che però cambiano le sorti di tanti altri.
gildo pubblicato il 13 Dicembre 2020 alle 14:24
gli anni e i virus non cancellano i ricordi....come stai ?
SILVANA ANSALDO pubblicato il 23 Novembre 2020 alle 15:28
E’ stato un piacere e un onore leggere questo particolare romanzo. Fin dalle prime pagine si evidenzia la sensibilità dell’autore nel dare luce a immagini e personaggi. Entri dentro la narrazione, i luoghi, ne avverti l’anima, la respiri. Tutto inizia a Huarmey dove mancavano i beni primari e tutti si dovevano accontentare” ma dove la luce della primavera rendeva il posto straordinario. Non appariva più il bianco e nero del quotidiano ma una ”festa di colori”. E tutto straordinariamente termina a Huarmey, ma trasformata, pulita, organizzata. La descrizione degli ambienti e dei personaggi che prendono vita immediata, attrae subito l’attenzione e invoglia a proseguire curiosamente nella lettura. Ti immedesimi e adori Augusto , Sergio, Panagiotes, Fernando, Maria Sole e altri ancora, segui il loro vissuto, la dignità, l’amicizia vera. Geniale inserire nel percorso della storia un progetto musicale che fa inizialmente un delicato capolino quando Augusto e Maria Sole scoprono di avere la stessa p***one per il violino. Ed ecco che pian piano la musica diventa un punto di riferimento importante per tutto il paese. Il progetto venne poi presentato da Fernando durante una conferenza stampa ed è interessante riportarlo nei suoi punti principali: “La Musica è un’espressione culturale, quindi una delle vie principali per creare dialogo e confronto. E' uno degli strumenti più nobili per costruire una migliore armonia tra i popoli e un linguaggio esemplare per una sinfonica ricerca della pace. E’ in questa direzione che va il nostro progetto“. E che dire del titolo COLOFONIA? Beh, per saperlo e capirlo si deve leggere il romanzo. Fa riflettere molto. La base di tutto è una frase che ogni essere umano dovrebbe considerare come una preghiera quotidiana affinché si realizzi: “ In un mondo che ci propone solo falsi valori, l’autentica bellezza merita un posto privilegiato”. Grazie del dono, Stefano Sivieri. Con affetto e stima . Silvana Ansaldo
Carlo Colomba pubblicato il 2 Novembre 2020 alle 19:28
La descrizione delle situazioni è talmente interessante che non ho resistito al desiderio di saperne di più! Il camion FIAT 18BL, la moto Della Ferrera, Akhaltsikhe... oggetti e luoghi di cui non sospettavo l’esistenza e che invece hanno meritato una ricerca su internet alla ricerca di immagini e informazioni ulteriori. La storia è avvincente, per nulla scontata e ricca di colpi di scena finì all’ultima riga. Complimenti Stefano!
Helen pubblicato il 28 Maggio 2020 alle 8:45
Very good write-up. I definitely love this site. Thanks!
Norine pubblicato il 26 Aprile 2020 alle 6:26
This is really attention-grabbing, You are an excessively skilled blogger. I have joined your rss feed and look forward to searching for extra of your magnificent post. Also, I've shared your web site in my social networks
RACHELE pubblicato il 2 Aprile 2020 alle 5:49
Appena terminato di leggere Nadir... complimenti. Una pagina tirava l'altra, lasciandomi anche col fiato sospeso e bramosa di scoprire il seguito. Attraverso le tue pagine ho conosciuto realtà nuove. Certo che ora ho tanta voglia di leggere gli altri tuoi libri. Prima o poi riuscirò . Nonostante la morte di Nadir, anche il finale mi è piaciuto molto. E non vedo l'ora di leggere anche gli altri.
MARIA PALMA pubblicato il 20 Settembre 2019 alle 17:09
Sto leggendo Colofonia.Anche questo è un bellissimo libro, app***onante. Mi piace tutto. La struttura, i personaggi, le ambientazioni, la precisa descrizione dei luoghi quasi tu vi abbia vissuto per anni.Ma più di tutto mi piace la prosaNon è pedante, non è cervellotica, non è scarna ma piacevole, scorrevole, delicata nonostante i riferimenti alle vicende belliche.Io non so esprimermi e tanto meno scrivere però ti ringrazio per il piacere che ho provato nel leggere questi tuoi scritti.Quando avrò finito ti relazionero'.Adesso torno alla lettura.
Ramonda Carmen pubblicato il 18 Agosto 2019 alle 15:19
Ho letto con grande piacere il tuo libro che mi ha fatto scoprire angoli di mondi assolutamente sconosciuti. La lettura risulta fluida e gradevole, generando piacere e curiosità durante la stessa. Continuerò a seguirti nel tuo cammino di produzione letteraria, certa del tuo successo. Cordialmente. Carmen
MARIA PALMA pubblicato il 29 Luglio 2019 alle 23:31
Ho finito di leggere Nadir.Bellissimo, entusiasmante e commovente.Ti deve essere costato sudore e sangue. Bravo, hai tutto il mio plauso.Varrebbe la pena presentarlo al Circolo dei Lettori.
FRANCO BIANCHI, giornalista pubblicato il 21 Luglio 2019 alle 20:12
Ciao Stefano. Ho letto i libri che gentilmente mi hai dato. (In verità l'ultimo lo devo ancora finire....) Devo farti i complimenti perché mi hanno così coinvolto che ci ho passato più di una notte.... cosa che non mi succedeva da anni. Sono ben strutturati, le trame sono efficaci e coinvolgenti, e li hai anche scritti molto bene. Se proprio devo cercare un appunto da farti, (robe da critici....) è che in certi momenti - a mio gusto - sarei stato più "stringente". Comunque BRAVO! Ciao e grazie! Franco